Un kaddish per le cose che non muoiono morendo.


Un pensiero per te che sentivi le voci e immaginavi il buio, e l’aria che finiva, e hai provato quel che si poteva, e ti sei ingegnato. L’insopportabile spessore del tempo e delle voci che filtravano, il dover fare per eliminare quell’angoscia. Quella cosa strana del rumore e del silenzio quella cosa dell’aspettare si aspettare no, si deve fare così si deve fare cosà.
Un bambino!
L’ossigeno sta finendo.

Un pensiero a quel momento del trionfo dei buoni, il sacrosanto narcisismo di chi si sporca le mani! Evviva, ho aperto la porta si apre anche l’altra porta! Evviva ci si fa, e insieme ecco però bisogna stare molto attenti, mica è facile. Un pensiero al sudore, forse alle mani, chi sa cosa ha fatto il cuore, e gli occhi, non so se porti gli occhiali, e un pensiero agli altri uomini.
E un pensiero alle braccia tese
Un bambino!
Il vuoto.

Un pensiero al tuo pensiero che tornerà indietro a tutto quello di te che è caduto nel vuoto e che cercherà di tornare a salvare, una fatica che non sentirai, un pensiero ai pensieri travestiti nei disegni distratti mentri ascolti un cognato al telefono, un capo, una suocera, un avvocato. Un mio collega.
Un pensiero al fatto che meriteresti una redenzione. E altri sogni.

Un pensiero che è un messaggio in una bottiglia opaca lontana e illegibile. Forse chiusa male, che non arriverà dove vorrebbe arrivare, e il cui contenuto non servirà a niente. Un pensiero anche al bisogno un po’ stupido di dirti questa cosa. Sei una brava persona, e hai fatto quello che potevi.

(qui)

Advertisements

2 pensieri su “Un kaddish per le cose che non muoiono morendo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...