Avec le temps

La mattina passano sempre in un viale alberato, la madre con i suoi due bambini, camminano in modo scomposto e irruento, hanno molti colori addosso, e un momento della vita che non parrebbe serbare tradimenti.
Quando sono in ritardo, la prova del ritardo la da l’assenza dell’amico cinese. Perché a un punto esatto del tragitto, tra le ore 8’20 e le 8’25 incontrano sempre un signore, cinese per l’appunto, impeccabile e vestito di nero, di fronte a una macchina impeccabile e nera, in attesa, si è scoperto, di un altro signore cinese ancora più impeccabile, questo anche con un loden e una ventiquattrore.
Un diplomatico, pensa la madre.

L’amico cinese, dunque, è l’autista del diplomatico. I bambini non sono concordi con questa spiegazione, e invece congetturano che l’amico cinese minor e l’amico cinese major siano degli importanti poliziotti che vanno cercando nel mondo importanti criminali, o in alternativa – suggerisce la figlia piccola, una stupenda fidanzata cinese che si ritrae.
Si sono tutti comunque ripromessi di fare amicizia con l’amico cinese minor, il maior è irraggiungibile e comunque meno simpatico, e dopo una lunga fase di tacita osservazione, a cui è susseguita quella di un circospetto cenno del capo, ora sono approdati al salve, i bambini si sbracciano e l’amico cinese sorride loro con calore.

Con la madre invece, si scambiano uno sguardo di vecchi.
L’amico cinese ha studiato infatti la madre e i bambini, il grado di rossetto che porta, l’ombra che trattiene in quel cipiglio femminile tutto europeo. Le trova tutte stanche, queste femmine scintillanti della mattina, tutte addolorate da qualche parte.
Dunque la guarda dopo essersi anche lui sbracciato a salutare i piccoli, e le riserva un ossequio saggio, mentre lei gli risponde tra pari –  una cosa a cui rimane comunque poco abituato.

(A modo loro si dicono cose sull’andare del tempo, sul senso di malinconia che danno i figli che crescono, sulle fatiche che a loro sono provvisoriamente risparmiate, ma si dicono anche che arriveranno pure per loro, le ambizioni da ossequiare e forse tradire. gli amori da ritrovarsi a dimenticare.
Anche l’amico cinese, pensa la madre, oltre che un seduttore del secolo scorso, deve essere un padre).

 

qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...