Che fare del cielo

Si aggira nel crepuscolo come una iena, un cane che sta diventando lupo, la città è tiepida e neanche tanto stanca, gli alberi non riescono a farsi opachi, l’asfalto è pulito, non c’è traccia di lacrime o di sangue – sebbene.
Le vie sono vuote, ma le finestre hanno le persiane aperte.
Lei si sente la giacca addosso, in mancanza di quel corpo – vorrebbe avere almeno del vento,.

(Potrei raggiungerti adesso, pensa. Potrei rompere la coerenza di vetro della tua vita privata, rompere il vetro con una mano senza guanti, metterti quella mano sulla bocca cacciare via tutto quello che hai intorno. Tutte quelle inutili carte che non sono carne. Potrei contagiarti).

L’uomo che passando evita di sfiorare, cammina rasente i muri, guarda le cornacchie e i merli, ora si discosta, va invece scappando con una scusa dalla casa stretta, corre verso l’improrogabile dovere in farmacia, il latte che manca. Ma in verità vuole telefonare, forse a un altro uomo, sta decidendo se approfittare della clandestinità di un momento, per moltiplicarla, farla diventare una doppia clandestinità, e per correre il rischio di una delusione, quello starà pieno di inedia e di sonno, troppo pigro per la seduzione figurarsi per la nostalgia.
L’epidemia pensa ora, è una mannaia per le passioni di basso lignaggio.

Ci vorrebbero delle nuvole pensano entrambi, delle nuvole cariche di pioggia e di catarsi, delle nuvole che facciano piovere il mondo e tutti i desideri sulla terra, ci vorrebbero dei lampi che ci bruciassero per sempre le fantasie storte e disinfettassero le pietre, i microbi, i batteri, e le righe d’erba agli angoli dei palazzi, ci vorrebbe una tempesta che ci facesse risorgere tutti più timidi e meno affamati, più disciplinati e meno mordaci.
Diventeremmo angelici- pensano sentendosi le rughe sul volto e le vene sul dorso delle mani – poi ci fermeremmo sui bordi delle cose, fatati e guariti, e con queste ali non ci faremmo niente.

 

(qui)

Un pensiero su “Che fare del cielo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...